Piena assoluzione per Roberto Casari, ex presidente di CPL Concordia

19 ottobre 2017

È con grande soddisfazione che l'Associazione delle cooperative di Produzione e Servizi aderenti a Legacoop prende atto dell'assoluzione da parte del Tribunale di Napoli Nord di Roberto Casari, ex Presidente delle Cooperativa CPL di Concordia (Modena), dalle infamanti accuse mosse a suo tempo dalla Procura di Napoli di presunti accordi tra la cooperativa e la camorra, perché il fatto non sussiste. Anche altri dirigenti della cooperativa coinvolta, Giulio Lancia e Giuseppe Cinquanta, hanno visto riconosciuta la loro innocenza.

Nessun accordo, nessun atto delittuoso quindi, secondo il Tribunale, è stato compiuto dai cooperatori, che al contrario, attraverso la cooperativa Concordia, hanno realizzato opere essenziali per la metanizzazione e lo sviluppo economico e sociale di quelle zone.

Legacoop Produzione e Servizi invia un fraterno saluto all'amico Roberto Casari e agli altri cooperatori coinvolti ingiustamente, ricordando la grave umiliazione subita a causa della lunga detenzione, della privazione della libertà e dei diritti della persona.

Va dato atto al Tribunale di aver riconosciuto la correttezza di una cooperativa e dei suoi uomini, che operano da decenni anche in settori e situazioni di grandi difficoltà. La soddisfazione sta in particolare nel fatto che la fiducia nella magistratura perché si facesse piena luce su tutti i fatti sia stata ben riposta.

Un ringraziamento a tutti i cooperatori di CPL Concordia che in questi anni difficili hanno lavorato con abnegazione per mantenere in vita una cooperativa storica. Inoltre va considerato il grande lavoro fatto dal nuovo gruppo dirigente della Cooperativa che, pur in condizioni di particolare complessità, ha saputo ridarle slancio, salvaguardando l’occupazione dei soci e la sua capacità produttiva.