E' stato rinnovato il CCNL Metalmeccanico Cooperativo

27 gennaio 2017 Industriale

Dopo l’accordo nazionale per l’industria metalmeccanica del 26 novembre 2016, costruito con diplomazia discreta anche dalle associazioni cooperative, è stato siglato, con assoluta coerenza, anche il contratto per le imprese cooperative.

Di seguito si riassumono esclusivamente gli elementi economico-retributivi:

Durata: fino al 31 dicembre 2019

Retribuzione: a partire dal 2017, gli incrementi retributivi decorreranno dal mese di giugno di ciascun anno, riconoscendo l’inflazione registrata l’anno prima; un incontro tecnico determinerà l’entità della tranche, in eventuale aggiunta ai minimi retributivi in essere e superando così il previgente valore punto.

Una tantum: pari a 80 euro, uguale per tutti, da erogare con la retribuzione del mese di marzo 2017.

Assorbimento: saranno assorbiti, se non espressamente controindicato, gli incrementi individuali concessi dopo l’1 gennaio 2017; così come gli elementi fissi derivanti dalla contrattazione di secondo livello.

Welfare aziendale: da assegnare alla contrattazione aziendale: 100 euro a partire dal giugno 2017, 150 euro dal giugno 2018 e 200 euro dal giugno 2019 (oneri riflessi ridotti).

Cooperlavoro: innalzamento del contributo aziendale dall’1,6% al 2,0% a far data dal giugno 2017 (idem).

Assistenza sanitaria integrativa: riconosciuta obbligatoriamente a tutti i lavoratori e ai loro familiari (anche conviventi) con un costo di 156 euro/anno (idem) a partire da ottobre 2017.

Formazione: riconoscimento di un diritto soggettivo per la formazione per 24 ore di cui 2/3 a carico della cooperativa, fino ad un  massimo di 300 euro complessivi nel triennio 2017-19, per i lavoratori non coinvolti in piani di formazione

Allegati: